Co-branding: Adidas, Bud e Oreo con Game of Thrones

Si avvicina a grandi passi la stagione finale de Il Trono di Spade – Game of Thrones, serie HBO tratta dai romanzi di George R.R. Martin che dal 2011 intrattiene milioni di appassionati in tutto il mondo. Oltre a essere un vero fenomeno mediatico, Game of Thrones è stato anche un fenomeno pubblicitario e comunicativo interessante, con trovate brillanti, ottimi esempi di marketing non convenzionale e una visibilità mondiale assicurata per qualunque brand si sia associato in qualche modo alla serie.

Proprio a questo proposito, oggi vediamo tre esempi di aziende che quest’anno, proprio in corrispondenza del lancio della stagione conclusiva e quindi in un momento di massima attenzione, sono riuscite a produrre dei contenuti interessanti in co-branding con Il Trono di Spade.

1. Adidas

Non sono mancati, negli anni, i rapporti tra Game of Thrones e i grandi marchi della moda e del make-up e numerose realtà del settore hanno dedicato alla serie HBO delle edizioni limitate dei loro prodotti (in gergo si dice capsule collection). È il caso di Adidas, che lo scorso 22 marzo ha rilasciato sul suo store sei nuove varianti di uno dei suoi modelli più noti, la sneakers da corsa UltraBOOST.

Ogni variante corrisponde a una delle quattro House of Westeros (a cui si aggiungono una scarpa dedicata ai guardiani della notte e una dedicata ai White Walkers) e, mantenendo il design del modello originale, ne varia i colori e presenta sull’heel tab il motto della casata.

Fire and blood!

Chiaramente la più bella e tamarra è quella dedicata ai Targaryen. Qui per gli anglofili un’analisi dettagliata dei riferimenti alla base degli schemi cromatici di ogni UltraBOOST.

2. Bud

Il co-branding tra Bud e Game of Thrones si è espresso in occasione di uno dei più importanti momenti di visibilità mediatica in ambito statunitense, la notte del Super Bowl. In questo caso il video comincia come uno dei classici (e divertentissimi) spot della campagna Dilly Dilly di Bud (qui trovate una raccolta degli altri spot, tutti ad ambientazione medievale), ma prende una piega inaspettata quando partono le note di The Rain of Castamere e fa la sua comparsa Sir Gregor Clegane, alias La Montagna, che si esibisce nella parodia di una delle scene che lo hanno reso più celebre (o famigerato, dipende dai punti di vista).

3. Oreo


Oreo invece riprende una delle sequenze più iconiche della serie, la sigla di apertura, e la ricrea a suon di biscotti al cacao (2750 biscotti, per la precisione)! Il video, realizzato dall’agenzia 360i in collaborazione con Elastic, lo studio di design che ha ideato la sigla originale, serve a presentare, anche in questo caso, un’edizione limitata di biscotti che riportano gli stemmi delle principali casate – Lannister, Targaryen e Stark – e del Re della Notte, in vendita negli Stati Uniti a partire da lunedì prossimo.

La partnership si esprime inoltre nell’invito ai fan a dimostrare la propria lealtà alla casata preferita su Twitter, Facebook e Instagram. Gli hashtag per seguire le conversazioni sono #GameOfCookies e #ForTheThrone. Alcuni fan saranno selezionati per la loro ‘fedeltà’ e premiati con delle sorprese.

Be the first to comment

Rispondi